Gastrite e banane

 

gastrite-banane

Chi soffre di gastrite può comunque mangiare le banane? La risposte è unica ed è affermativa, perché si tratta di una malattia che interessa le pareti dello stomaco ma è dovuta essenzialmente ad una scorretta alimentazione, allo stress e all'abuso nel consumo di alcolici o fumo. La banana invece non rientra in niente di tutto questo e anzi è in grado di proteggere il nostro stomaco in caso di gastrite acuta o cronica.

 

 

Le proprietà del frutto

Le banane sono composte per tre quarti dall'acqua biologica, che stimola naturalmente la  produzione di muco nello stomaco. Inoltre il potassio, che è molto presente nelle banane, favorisce il corretto funzionamento del sistema cardiovascolare. Inoltre è un frutto che contiene molta fibra, è povero di grassi e proteine e aiuta ad accelerare la digestione, dando anche un effetto lassativo. Grazie alla sua ricchezza di zinco, inoltre, aiuta a rinforzare i capelli e ne combatte la caduta. L'avvertenza essenziale è quella di consumare le banane esclusivamente mature, per non danneggiare lo stomaco.

 

 

La dieta della banana

Per non più di quattro giorni al mese si può seguire la cosiddetta 'dieta della banana' che si presenta così. Il primo giorno a colazione un frullato con una banana, due noci e un bicchiere di latte parzialmente scremato, a metà mattina una spremuta d'arancia e una banana, a pranzo125 grammi di yogurt intero con 4 cucchiai di muesli e una banana, a merenda 125 grammi di  yogurt magro e per cena 100 grammi di ricotta di mucca, 30 grammi di pane e una banana.

Il secondo giorno a colazione un bicchiere di latte parzialmente scremato con cereali e una banana, una tazza di thé. A metà mattina una banana e per pranzo insalata mista e una banana. Nel pomeriggio una banana e un'arancia e a cena verdura cotta a piacere condita con un cucchiaino d’olio extravergine e limone e due banane. La colazione del terzo giorno è con un bicchiere di latte parzialmente scremato con cereali e una banana, una tazzina di caffè. In mattinata una banana e un bicchiere di latte parzialmente scremato e per pranzo mezza tazza di fiocchi di latte, un’insalata mista (condita con un cucchiaino d’olio extravergine e limone) e 40 grammi di pane. Per merenda una coppa di macedonia fresca e a cena due uova sode, verdure cotte a volontà condite con un cucchiaino d’olio extravergine, una banana e un bicchiere di latte parzialmente scremato. Infine il quarto giorno a colazione un bicchiere di latte parzialmente scremato con cereali e una banana, una tazza di thé, alle 11 un  succo di frutta, a pranzo un uovo alla coque, una banana, una tazza di latte parzialmente scremato e una spremuta. A merenda una mela e la sera 100 grammi di tacchino al vapore, verdura cotta con olio extravergine e succo di limone, una banana.