Gastrite e Buscopan

 

buscopan-gastrite

Combattere l'acidità di stomaco e quindi anche disturbi come la gastrite: E' questo lo scopo principale di un medicinale notissimo in Italia come il Buscopan, classificato come farmaco da banco per attenuare i crampi allo stomaco che vengono prodotti dall'iperacidità gastrica. Sovente l’acidità di stomaco non ha una causa specifica, ma può insorgere in soggetti comunque predisposti e per diversi motivi. In questi casi può servire l'aiuto di un medicinale per ritrovare la naturale funzionalità gastrica. Buscopan è il più indicato, tanto che si può assumere senza ricetta medica ogni volta che se ne senta la necessità (ovviamente è sempre meglio non eccedere). Una sola compressa di Buscopan antiacido ha un effetto che può durare fino a 12 ore e si basa sul principio attivo della Ranitidina, capace di limitare la secrezione degli acidi gastrici. L'importante è sempre considerare che la digestione non viene interrotta, perché comunque una quantità di secrezione gastrica viene garantita.

 

 

Buscopan: Quando prenderlo

Il Buscopan va assunto quando si avvertono i primi disturbi: una compressa effervescente da 75 milligrammi fa effetto in tempi rapidi e se ne possono prendere fino tre al giorno, sempre che se ne senta la reale necessità. Le controindicazoni comunque esistono: non va usato per lunghi periodi perché come tutti i prodotti antiacido rischia di avere un effetto contrario. Buscopan antiacido non è consigliato ai minori di 16 anni e a tutti coloro che soffrono di patologie renali, di ulcera o tumori gastrici, oltre che di malattie polmonari, specie se in soggetti anziani. Le donne in gravidanza e quelle che allattano dovranno sempre prima consultare il loro medico curante e se il disturbo non dovesse scomparire è sempre meglio consultare oltre che il medico di base anche uno specialista, in primis il gastroenterologo.

 

 

Inoltre in Buscopan può avere interazione con altri farmaci, quindi meglio sempre leggere il bugiardino (foglietto illustartivo). In ogni caso alla sua assunzione andrebbero anche associati comportamenti corretti sia a tavola, con abitudini alimentari più sane, sia nella vita quotidiana, con più movimento e meno sedentarietà.